TEST: Keypod - Una "cassaforte" per le chiavi...

KeyPod PDF Stampa
martedì 17 gennaio 2006
 Una "cassaforte" per le chiavi...
Il problema di dove lasciare le chiavi della macchina è una delle principali preoccupazioni di tutti gli appassionati di sport acquatici. Se fino a qualche tempo fa era possibile portarsi in mare le chiavi, magari dentro alla muta, nella tasca del laccino o a fantasia, oggigiorno, con l'introduzione delle delicate chiavi elettroniche il problema diventa realmente serio. Qualche ditta di automobile ancora produce una chiave di riserva "semplice", senza circuiti elettronici e batterie ma la stragrande maggioranza dei costruttori oramai ha optato per chiavi "intelligenti" che giustamente aumentano la sicurezza dell'autovettura contro i furti.  Se si aggiunge che le dimensioni sono aumentate per l'incorporazione nel corpo della chiave di dispositivi antifurto, chiusura centralizzata e via dicendo, si capisce bene che diventa sempre più scomodo tentare di portarsi dietro questi "malloppi". Si ricorre allora spesso allo statagemma di nascondere la chiave...con grandi rischi per chi non si accorge di essere osservato. Tanto per dare dei numeri, nel 2004 nella sola zona del Devon e della Cornovaglia, in Inghilterra, ci sono stati 10.879 reati, fra furti di auto e tentativi di scasso.
Extreme Horizon Ltd, ditta inglese specializzata nella produzione di accessori rivolti a tutelare la sicurezza dell'appassionato di surf, ci offre l'occasione di testare l'accessorio che farà la gioia di ogni surfista...un posto sicuro dove mettere le chiavi della macchina. KeyPod.
KeyPod non è altro che un grande lucchetto con un corpo in acciaio inossidabile in grado di ospitare al suo interno tutti i tipi di chiavi in circolazione e persino piccoli cellulari o altri oggetti importanti (carte di credito, denaro...). Dotato di un comodo sportellino con apertura a combinazione numerica, KeyPod può essere fissato in maniera totalmente sicura al telaio della macchina, come il gancio per rimorchio per esempio, oppure ad un altro solido supporto nascosto alla vista. Il corpo del lucchetto appare molto solido e robusto, la qualità dei materiali e veramente buona e la finitura satinata nera opaca dell'acciaio rende il KeyPod molto gradevole alla vista ed al tatto. Lo sportellino è dotato di apertura automatica non appena si inserisce il codice di sblocco a tre cifre che abbiamo scelto e si preme il pulsante sulla sinistra. Contemporaneamente si ottiene l'apertura dell'asola di acciaio sulla sommità. Extreme Horizon dichiara che KeyPod è impermeabile all'acqua e resistente alla corrosione: non si corre pertanto alcun rischio lasciando al suo interno le chiavi persino sotto l'intemperie oppure a toccarlo con le mani bagnate di acqua salata. Le dimensioni sono generose, forse anche troppo: si parla infatti di 13 x 3.5 cm solo per il corpo, asola esclusa. Lo spazio a disposizione per gli oggetti da inserire di conseguenza è veramente tanto. Tuttavia, se si tiene in considerazione che l'utente medio userà questo dispositivo principalmente per custodire le chiavi durante la surfata, queste dimensioni ci paiono persino eccessive. Un corpo leggermente più piccolo avrebbe reso il KeyPod più maneggevole e più facilmente occultabile. Per il resto il KeyPod svolge egregiamente il suo compito. Da notare che potete portalo con voi, distante dalla machina, e assicurarlo a un supporto poco in vista che trovate vicino allo spot: così facendo la sicurezza offerta da questo sistema aumenterà ancor più poichè sarà impossibile risalire alla macchina.
In conclusione: KeyPod ci sembra senza alcun dubbio uno degli accessori più utili presentati negli ultimi anni. Il suo utilizzo risolverà il problema a molte persone appassionate non solo di surf ma di tutte quelle attività all'aria aperta che non consentono di portarsi dietro le chiavi o altri preziosi oggetti.
Extreme Horizon ha fatto centro un'altra volta! (mamat)
Per ogni informazione contattateci.

 

Post popolari in questo blog

Longboarding Fuerte - guida sintetica per la tavola lunga

Shapers: Renato Bertini - Twins Bros - Livorno